• andreaspadoni

Reato di omissione di soccorso anche per gli animali, cosa dobbiamo aspettare?



Oggi, un amico mio, il vocal coach Massimo Guidi, ha pubblicato un video su suo profilo Facebook (clicca qui per vederlo) in cui racconta l’episodio della morte di un cane di piccola taglia dopo esser stato investito da un'auto a Montecatini Terme, in Toscana.


Massimo, visibilmente commosso, ha condiviso la sua testimonianza sui social network, mettendo in evidenza come l’autore dell’investimento non si sia fermato in soccorso dell’animale, travolto e schiacciato durante la sua girata pomeridiana della domenica, lasciando il cagnolino agonizzante sull’asfalto, tra il marciapiede e la segnaletica stradale, di fronte alla disperazione della sua giovane “padrona”, come se niente fosse.


Un episodio come moltissimi altri ne capitano ogni giorno. Meno con i cani, ma è frequentissimo trovare gatti, volpi, ricci morti, in mezzo alla strada. Vi sembra giusto? È normale? Molti penseranno di sì, perché siamo cresciuti in questo mondo, con queste immagini che sembra facciano parte del normale vivere. Io, invece, dico basta.


Dico, e sottolineo, che la vera rivoluzione della nostra civiltà arriverà quando impareremo a considerare gli animali (tutti) come nostri pari. Abbiamo la fortuna di essere gli eletti? Di avere la cosiddetta banalmente chiamata intelligenza? Non ne sono del tutto convinto che sia così, ma nel caso usiamola per aiutare questi animali a convivere meglio con noi, non per ucciderli.


Purtroppo siamo lontani anni luce da questo, perché il nostro livello sociale, l'umanità tutta, vive in una gabbia di ipocrisia schifosa e insopportabile. Ogni giorno si sprecano fiumi di parole e finte battaglie in favore delle minoranze solo a fini politico propagandistici, ma la grande guerra di civiltà nel rispetto delle altre specie animali che vivono come noi sulla terra, non è mai iniziata.


Sì, trattiamo ormai canini e gattini come peluche, compriamo loro i vestiti, le paillettes, ma ci importa una sega della loro vita, del valore che ha la vita di un animale, perlopiù indifeso, in questo mondo costruito a misura d'uomo (e donna - sia mai che che qualcuno mi prenda per maschilista) per il suo voler accumulare denaro (perlomeno per avere l'illusione di poterlo fare), per il suo business, per le industrie dell'allevamento, per le automobili che ormai affogano le strade dove è diventato impossibile circolare (in particolare nella nostra zona d'Europa). E così si continua ad andare a caccia per divertimento, a pescare così tanto per passare due ore, si ammazzano decine di migliaia di animali perché uno di loro ha contratto il covid (magari per colpa nostra), si abbattano intere colonie di cinghiali perché creano problemi all'agricoltura invece di prevenire il loro avvicinamento a certe aree, si decide noi per il futuro di milioni di agnellini perché secondo noi in natura non servirebbero a niente, ma servono per le pecore per fare il latte, per cui gli agnellini vanno fatti nascere. E così, grazie a questa cultura che ci fa salire su uno scalino sopra gli altri animali, capita che qualche idiota, stronzo, investa con la sua bella automobile un cagnolino indifeso e non gli passi per la testa che forse fermandosi a soccorrerlo lo potrebbe salvare. Lo stesso accade ogni giorno con i poveri gatti lasciati quasi sempre morire in mezzo alla strada schiacciate dalle altre auto come fosse un pezzo di cartone volato via da un camion merci.


Iniziamo a cambiare questo modo di pensare, combattiamo perché si facciano leggi dure contro chi questi animali li maltratta o contro chi non manifesta il giusto rispetto. Chiediamo che il reato di omissione di soccorso venga allargato anche per gli animali, chiediamo che la sanità copra anche le spese per la salute dei nostri animali domestici, in modo che possiamo aiutarli anche a curarli fino in fondo senza doversi sentir dire che l'unica soluzione è l'eutanasia. Prendiamo cani e gatti ai canili e non lasciamoli morire chiusi in una gabbia, invece di comprare il volpino di super razza per farsi i selfie su Instagram. Aiutiamoli questi animali, hanno bisogno di noi.



46 visualizzazioni0 commenti